Assicurazione del credito. Cos’è, come funziona e quando è utile?

Nella tua personale storia d’impresa ti sei mai trovato a fronteggiare clienti che non pagano o che pagano in eccessivo ritardo? La tua banca ti ha mai suggerito un’assicurazione del credito facendoti capire che sarebbe meglio per entrambi?

Bene, se è così, o se vuoi semplicemente saperne di più su come funziona un’assicurazione del credito, quanto costa, e quali sono le cose da sapere, allora continua a leggere questo articolo.

L’economia si sta probabilmente riprendendo nel nostro paese, ma rimane il fatto che in Italia, ma anche all’estero, sono ancora molte le imprese che falliscono o che chiudono i battenti repentinamente. Per ognuna di queste realtà c’è quasi sempre una schiera di fornitori che non vedrà mai i pagamenti che gli spettano per il loro lavoro già portato a termine. Purtroppo questa dinamica esisterà sempre, e, che ci piaccia o meno, non esiste un modo definitivo per annullare totalmente il rischio d’impresa, così come per il rischio per  il dipendente.

Chiaramente con le informazioni commerciali puoi tutelarti maggiormente e ridurre il rischio al minimo, ma esiste anche la via dell’assicurazione del credito, la quale corre proprio in parallelo alle informazioni. In ogni caso, la dura verità è che non esiste un metodo definitivo per risolvere per sempre il problema dei mancati pagamenti.

L’assicurazione del credito spiegata in 6 punti

Concettualmente avvalersi di questi servizi è un’ottima strategia, ma occorre considerare alcune cose. Innanzitutto che si sta andando incontro ad un costo fisso annuale e, inoltre, queste compagnie assicurative faranno a loro volta uso di informazioni commerciali sul tuo portafoglio clienti e se riscontreranno che uno dei tuoi clienti naviga in cattive acque ed ha una bassa opinione sul fido, non ti permetteranno di assicurarlo.

Qui di seguito vi elencheremo per punti alcune cose da sapere:

1. Costi

L’assicurazione del credito garantisce i tuoi crediti commerciali a fronte di un pagamento fisso annuale (calcolato su una percentuale del tuo fatturato). Questo premio è variabile, anche su base semestrale, a seconda dell’andamento del fatturato.

2. Non tutti i clienti sono assicurabili

Le compagnie assicurative, prima di concederti le garanzie che stai cercando, effettuano delle analisi economico-finanziarie su tutti i tuoi clienti ed escluderanno quelli che hanno un indice di solvibilità troppo basso. Essenzialmente si terranno alla larga dai clienti più rischiosi, andando a permetterti di assicurare solo i tuoi migliori clienti – assicurare un buon cliente potrebbe sembrare strano, ma spesso è proprio da chi non te lo aspetti che arrivano gli insoluti più gravi. Te lo spieghiamo meglio nel prossimo paragrafo.

3. Variazioni nel tempo

Le posizioni assicurate possono variare nel tempo, ovvero un cliente che oggi è stabile, a seguito di qualche cambiamento del suo grado di solvibilità o di qualche pregiudizievole, potrebbe essere “rigettato” dalla tua assicurazione.

4. Non è un Check-Up clienti

Quando chiedi di assicurare il tuo portafoglio clienti, le compagnie di assicurazione ti rispondono dicendoti quali e quanti crediti sono disposti ad assicurarti, ma non scendono nel dettagli a dirti il motivo per cui non vogliono assicurare un tuo cliente. Difatti le compagnie effettuano delle informazioni commerciali sui tuoi partner, ma non ti comunicano i risultati, quindi tu non avrai una chiara visione dello stato dei tuoi clienti. Pagherai il servizio ma non potrai sfruttarlo appieno.

5. Risarcita una %

Non viene rimborsato il 100% dell’eventuale insoluto, in genere la percentuale si attesta intorno all’85% (solo sul valore assicurato e non sul totale della fornitura), inoltre sarà presente la classica franchigia (soglia minima) che dovrai caricarti sulle tue spalle.

6. Tempi e burocrazia

Ottenere tale risarcimento non sempre è la cosa più semplice del mondo, così come spesso succede in questi casi. Occorre prestare molta attenzione ai termini di evasione della richiesta e in ogni caso bisogna considerare di aspettare qualche mese – in genere dai 3 ai 6 – per essere rimborsati

Perchè l’assicurazione del credito è utile in molti casi

Una assicurazione di questo tipo può essere utile perchè è proprio dai clienti di cui ci si fida di più che spesso arrivano le insolvenze peggiori. Per questo è utile aggiornare i fidi e per questo può essere utile avvalersi di un’assicurazione del credito.

…Nessuno si fa carico di tutti i tuoi rischi d’impresa

Se hai letto tutti i punti della lista precedente avrai capito che i costi e le contraddizioni di un’assicurazione del credito sono molteplici e che fondamentalmente nessuno vuole/può farsi carico di tutto il tuo rischio d’impresa, se non a caro prezzo e alle proprie condizioni. Ma hai anche capito che un tale servizio può tutelarti e non farti preoccupare delle possibili variazioni di solvibilità dei tuoi migliori clienti, quelli nei confronti dei quali sei probabilmente maggiormente esposto proprio per il loro buono stato di salute attuale e storico.

Allora come posso ridurre al minimo il mio rischio d’impresa senza passare dall’assicurazione del credito?

Una validissima alternativa, più economica, è quella di utilizzare gli strumenti delle informazioni commerciali. E’ vero, può sembrare poco imparziale se su un blog di un’agenzia di informazioni commerciali ti viene consigliato l’utilizzo di informazioni commerciali… Però pensaci, in che modo le compagnie assicurative selezionano i tuoi clienti “meritevoli” ed escludono quelli più rischiosi? Con le informazioni commerciali.

Il nostro consiglio è quindi quello di non delegare a qualcun’altro un’attività tanto importante come quella della gestione dei crediti commerciali. Puoi avere tu stesso una visione chiara e semplificata della situazione. Attraverso una vasta gamma di prodotti e servizi che società come Rating Lab possono offrirti.

Potrai così tu stesso compiere le giuste decisione e risparmiare molte risorse.

Leave a Reply

Rating Lab. Agenzia di informazioni commerciali. Non esitare a contattarci