L’azienda in cui lavori è abbastanza solida da garantirti un futuro?

Nell’economia di oggi non è la prima domanda che ci viene in mente quando stiamo per inviare una candidatura, effettuare un colloquio, o tantomeno quando stiamo per essere assunti, però le aziende che falliscono purtroppo sono una realtà. E cosa succede se l’azienda che chiude è quella in cui hai appena iniziato a lavorare? Avresti potuto saperlo prima come si stavano mettendo le cose? Avresti potuto prendere delle precauzioni o compiere un’altra scelte più vantaggiosa per te? La risposta è si. Potevi informarti meglio.

Non tutti hanno la fortuna di lavorare in un grande istituto di credito – dove anche se le cose sono precipitate per via di una gestione disastrosa – interviene lo stato. Magari fosse per tutti così, certamente non gioverebbe all’economia nazionale, ma saremmo tutti più tranquilli e spensierati.

Prendendo atto di questi due punti: le aziende purtroppo possono fallire, e non tutti hanno un paracadute per essere salvati. In uno scenario simile è chiaro che potrebbe rivelarsi molto utile, se non fondamentale, essere tra i primi a sapere se la propria azienda sta attraversando un periodo difficile dal punto di vista economico-finanziario. Magari riuscirà a cavarsela e a tornare a crescere, grazie anche al vostro aiuto, ma magari non ce la farà. In entrambi i casi voi dovreste esserne a conoscenza e purtroppo in certi casi i lavoratori sono gli ultimi a saperlo.

Conoscere lo stato di salute di un’azienda è di fondamentale importanza soprattutto in questi tre casi:

1. State cercando un nuovo lavoro e vi confrontate con diverse società, alcune delle quali non conoscete.

2. Vi viene fatta un’offerta di lavoro per un’azienda

3. State pensando di lasciare un lavoro per un altro.

 

Ma come faccio a capire se la mia azienda sta fallendo?

Farti capire lo stato di salute di un’impresa è proprio il nostro mestiere, lo facciamo da anni e la nostra missione è proprio quella di supportare i nostri clienti quando si trovano di fronte a queste perplessità. Non importa se non sei una grande impresa, anche il singolo privato o libero professionista ha il diritto (e il dovere) di informarsi prima di intraprendere scelte professionali che andranno a condizionarne la carriera. Si tratta di un minimo investimento, da compiere quando si hanno dei dubbi, che potrebbe farti risparmiare parecchio tempo, risorse ed energie.

One Comment

  • […] L’economia si sta probabilmente riprendendo nel nostro paese, ma rimane il fatto che in Italia, ma anche all’estero, sono ancora molte le imprese che falliscono o che chiudono i battenti repentinamente. Per ognuna di queste realtà c’è quasi sempre una schiera di fornitori che non vedrà mai i pagamenti che gli spettano per il loro lavoro già portato a termine. Purtroppo questa dinamica esisterà sempre, e, che ci piaccia o meno, non esiste un modo definitivo per annullare totalmente ilo rischio d’impresa, così come per il rischio per  il dipendente. […]

Leave a Reply

Rating Lab. Agenzia di informazioni commerciali. Non esitare a contattarci